Cookie

ASD Francesco Francia Pallacanestro utilizza i cookie per garantire la migliore esperienza possibile sul sito Web. Continuando ad usare il nostro sito Web, si accetta la nostra politica sull’utilizzo dei cookie.

Società

F. Francia la nostra Storia

F.Francia - Storia

La società

La A.S.D. Francesco Francia Pallacanestro è una Associazione Sportiva Dilettantistica senza fini di lucro. Ha l’obbiettivo principale di promuovere e propagandare fra i giovani la disciplina sportiva della pallacanestro in un clima di amicizia ed impegno. In estrema sintesi: Educare attraverso lo sport. La  società si avvale della collaborazione di allenatori qualificati e di primissimo ordine per consentire, insieme all’apprendimento di una disciplina sportiva, anche la crescita morale dei ragazzi,  la socializzazione e l’integrazione fra gli atleti e con le loro famiglie.      

La storia

La Società Sportiva Francesco Francia muove i primi passi a Zola Predosa (BO) nel 1952 e per avere spazi per l’attività si rivolge all’Abate Taddia. In inverno gli atleti sono ospitati nel teatrino delle scuole parrocchiali ed in estate su uno spiazzo in terra battuta sempre di proprietà della parrocchia. Visto che questo sport incontra l’interesse di molti ragazzi, nel’54 si recinta il campo all’aperto e lo si asfalta.  E’ del 1956 la prima partecipazione al campionato FIP, da allora non si è mai mancati. Questa data diventa anche l’inizio ufficiale dell’attività sociale.

Inverno, intemperie… grossi handicap per la timida attività sportiva che sta avviandosi. Col freddo si devono portare i ragazzi per gli allenamenti a Bologna, di sera, ad ore impossibili, e le partite si disputano anche sotto la pioggia e a volte con la neve ammucchiata ai lati del campo. Con pochi mezzi, ma con grande coraggio ed entusiasmo, si iniziano e si portano a termine, con l’aiuto di tanti, i lavori per la  costruzione della palestra Deserti, inaugurata il lontano 16 ottobre 1966. Il nuovo impianto diventa trampolino di lancio per un’attività più qualificata ed i giovani zolesi arrivano numerosi in palestra.

Il presente

Si è superato il 60° anno di attività  e la F. Francia è ancora oggi più giovane e vitale che mai, partecipa a 20 campionati fra MiniBasket, giovanili e senior sia maschili sia femminili organizzati da FIP ma anche ad altri campionati/tornei organizzati da diversi enti di promozione sportiva. Si gioca a basket dai 5 anni agli “over”. L’attività si svolge su 3 diversi impianti: la storica palestra Deserti, il PalaVenturi e nella palestra delle Scuole Medie F. Francia.

Gli atleti

Veder giocare i ragazzi, specialmente i più piccoli, da stimoli ed energia alla società. Sono ben accetti tutti, quelli bravi e quelli meno bravi. Vengono però richieste alcune condizioni: avere voglia di giocare insieme con rispetto ed impegno ma anche di divertirsi giocando. Si ricorda sempre a tutti che la vita richiede impegno e fatica e che lo sport insegna proprio questo. Non a caso sulle soprammaglie di molte delle nostre squadre giovanili appare la frase “Mi alleno alla vita”. Quando si riescono a coniugare le attitudini fisiche e  determinazione degli atleti con il sostegno delle loro famiglie si ottengono i migliori risultati, anche sportivi.

I risultati

Come già detto non si scelgono i ragazzi: chi chiede di giocare è sempre benvenuto. A tutti i 260 atleti viene offerta la possibilità di partecipare ad una squadra secondo la loro attitudine sportiva. Il fatto che si accettino tutti i ragazzi non è un limite per avere buoni risultati. Molte volte, soprattutto negli ultimi anni, le squadre giovanili hanno vinto titoli provinciali o regionali FIP o hanno avuto onorevoli piazzamenti. Certamente si potrebbero avere risultati più significativi, ma talvolta i migliori atleti terminano la loro maturazione in società di forte richiamo sportivo.  Dal confronto con le migliori squadre della regione, dalle vittorie  e anche dalle inevitabili sconfitte, si cerca costantemente di imparare come migliorare e come far crescere la Società Sportiva Francesco Francia Pallacanestro, per raggiungere un elevato livello qualitativo e mantenerlo anche nei prossimi anni. Si può dire, forse peccando un poco d’orgoglio, che nel campo giovanile la F. Francia di Zola Predosa è riconosciuta come un buonissimo vivaio della pallacanestro bolognese.

I volontari
Non è pensabile che una ASD abbia le risorse per "vivere" senza l'apporto del volontariato: genitori, fratelli, nonni che si mettono al servizio dei più piccoli per i più disparati ed altrettanto essenziali servizi. Chi arbitra, chi sta al tavolo, chi aiuta l'amministrazione e chi il magazzino, chi fa le foto e chi il dirigente accompagnatore. C'è posto per tutti purché lo spirito sia di collaborazione e servizio.   Grazie a tutti !

Informazioni aggiuntive