Cookie

ASD Francesco Francia Pallacanestro utilizza i cookie per garantire la migliore esperienza possibile sul sito Web. Continuando ad usare il nostro sito Web, si accetta la nostra politica sull’utilizzo dei cookie.

Serie C - Play Off matematici

PREVEN F.FRANCIA ZOLA PREDOSA - EMILGAS PALL. SCANDIANO 73 - 49     (16-24, 28-8, 21-12, 8-5)

F.Francia: Bianchi 14, Degregori 15, Zanotti ne, Guazzaloca 10, Bavieri 6, Folli 9, Bianchini, Biello 5, Albertini 4, Bosi 2, Almeoni 8. All. Cavicchi, Vice Sala.

Pall. Scandiano: Pellacani 3, Astolfi 11, Doddi, Rivi 7, Taddei 3, Belli 7,  Braglia, Brogio 6, Fikri 2, Di Micco 4, Saccone, Fontanili 6 All. Baroni

Nella seconda giornata di ritorno arriva al PalaVenturi la Pallacanestro Scandiano, reduce da una sanguinosa quanto inaspettata sconfitta rimediata in casa ad opera dell’Atletico Borgo. La partita assume per la compagine reggiana i contorni da “ultima spiaggia” per quanto concerne la possibilità di rimanere in corsa per un posto nella post-season. Noi siamo quasi al completo (come sapete Vivarelli è purtroppo out per un bel po’, Bonaiuti lascia un posto a un senior, Zanotti acciaccato seppur in panca e Venturelli a riposo) mentre gli ospiti affrontano questa sfida senza Vanni, il loro lungo di riferimento, e con un Fikri non al meglio (infatti giocherà solo pochi minuti). Il piano partita per noi pare evidente: bisogna sfruttare – come già all’andata – il vantaggio fisico sotto i tabelloni con Bianchi ed Albertini, cosa che nei primi minuti è messa in pratica con buoni risultati. Diventiamo però un po’ “molli” nei minuti finali del primo quarto quando ci si accontenta di tiri aperti, che non entrano, ma innescano rapide transizioni finalizzate da oltre l’arco dagli esterni ospiti che si portano a +9 con meno di due minuti da giocare (12-21). Matias (meno minutaggio ma solita bella concretezza) ferma l’emorragia con 4 punti ma al primo intervallo Scandiano è comunque in vantaggio di otto.....

Coach Cavicchi fa un ripasso ai suoi e si ricomincia con gli stessi cinque che hanno finito, la differenza - lampante per tutti – è che la difesa non può essere un optional. Le maglie si stringono e l’intensità sale, Giack firma il nostro vantaggio dopo quattro minuti di gioco mentre Scandiano è ancora al palo. I minuti centrali del quarto vedono entrambe le squadre ribattere colpo su colpo in sostanziale equilibrio, ma si capisce che qualcosa è cambiato: Guazzaloca con due triple e un canestro in contropiede, su assist di Degregori, “spacca” la partita: è +12 per noi all’intervallo, con ventotto punti segnati e solo otto subìti.

Dopo il tè non cala la nostra intensità difensiva, mentre gli ospiti si affidano all’energia di Belli e all’alternanza zona-uomo in difesa. La cosa non preoccupa minimamente il nostro Meo che con otto punti consecutivi allunga a +20 spegnendo ogni velleità avversaria sul nascere. Ci sono ancora quasi quindici minuti da giocare ma per Scandiano è sempre più difficile entrare in area. Le percentuali al tiro, come spesso accade, calano con il passare dei minuti e l’aumentare della stanchezza, se non si ha una panchina profonda che permetta a tutti un adeguato riposo, come è il caso oggi dei reggiani. La partita diventa bruttina e l’ultima frazione è in pieno controllo con un punteggio da minibasket, ma la gara è abbondantemente segnata.

Con questa vittoria siamo matematicamente ai playoff, prima o seconda lo decideranno le prossime gare. Ora ci attende un turno di riposo prima della “trasferta” a casa dell’Atletico sabato 15 maggio ore 19.00 al Cavina, attenzione perché i ragazzi di Borgo Panigale stanno crescendo parecchio e saranno un osso durissimo sul loro parquet.

Cliccando sulle due immagini potete vedere la consueta intervista a Coach Cavicchi a fine partita, questa volta Paolo Marcheselli ha approfondito più temi relativi anche al campionato, e il video della partita, presente anche sul nostro canale Youtube.

Forza ragazzi !

Informazioni aggiuntive